I social network in Italia: alcuni numeri

index

Come riportano Bedini e Volpato (in progress), in Italia Internet ha raggiunto l’88,7% della popolazione che va dai 11 ai 74 anni, di questi il 73,86% si connette tramite postazioni fisse in casa, in ufficio o da un luogo di studio, il 75,8% da smartphone e il 31% da tablet. La tempistica di navigazione è aumentata di circa 11 minuti in più a utente, la navigazione da mobile è preferita dalle donne maggiorenni (84%). Si segnala, in particolare, un tasso di penetrazione del 90,9% per i laureati, dell’87% per i diplomati, del 93,7% per i dirigenti, quadri e docenti universitari e del 92,6% per gli imprenditori e liberi professionisti. Gli studenti, universitari e non presentano un elevato tasso di penetrazione dell’accesso da telefono cellulare/smartphone (il 95,4% per gli studenti universitari e il 91,2% per gli studenti di scuole medie e superiori)[1]. Negli ultimi anni anche gli over 50 hanno cominciato a prendere sempre più confidenza con questi nuovi mezzi di comunicazione, infatti, il 51% degli utilizzatori di Internet si colloca tra i 50 e i 64 anni di età[2].

Nel nostro Paese il gradimento dei social dipende molto dalle fasce d’età; utenti tra i 25 e i 34 anni apprezzano più Facebook di Twitter, mentre tra i 35 e i 44 anni Twitter, dai 45 anni in poi i vari social fanno riscontrare uguale apprezzamento. Per quanto riguarda il livello di istruzione, i ragazzi fino a 24 anni e in generale quelli di medie e superiori preferiscono YouTube. Importanti i dati DOXA, che registrano un + 6% di utilizzatori di social network fra i 3 e i 5 anni. La presenza sui social e il rapporto con essi dipende da questioni anagrafiche; infatti, tra i 18 e i 34 anni molti italiani hanno creato 7 o più canali social (28%), il 45% ne gestisce dai 4 ai 6, mentre il 27% ha tra uno e tre social network. Dalla ricerca emerge che gli italiani non hanno remore a disiscriversi dai social: quello più abbandonato è Tinder (35%), seguito da Snapchat con il 25%, Pinterest e Twitter, con il 10%[1].

Riassumendo:

  • Tra le prime 5 piattaforme social, 2 sono di Messaging
  • Il 51% della popolazione online usa applicazioni di Messaging dai propri dispositivi mobile;
  • L’Italia è il terzo paese al mondo per penetrazione, con l’85% della popolazione a usarne uno smartphone, dietro soltanto a Spagna e Singapore;
  • Il 52% della popolazione italiana accede, mensilmente, a piattaforme social, rispetto a una media globale del 37% (gli Emirati Arabi, primo paese in questa classifica, ha una penetrazione del 99%);
  • Facebook: il 74% degli italiani che lo usano ogni giorno (contro una media globale del 55%). Gli italiani rispetto a persone provenienti da altri paesi usano meno piattaforme, ma lo fanno con maggiore frequenza. Facebook continua a crescere, l’audience è costituita da 4.37 miliardi di persone.
  • Più di 2.8 miliardi di persone utilizzano canali social almeno una volta al mese, e +91% di loro lo fa usando dispositivi mobile.
  • L’Italia conta 22,5 milioni di utilizzatori.

 

[1] Fonte: Audiweb.

[2] Fonte: sondaggio effettuato dal Pew Internet & American Life Project.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: